Al via sabato 25 aprile “Reaction – Lavoro e arte in Sardegna in tempo di quarantena”, progetto creato dal Coordinamento Giovani F.A.S.I. che si pone l’obiettivo di realizzare, in questo periodo di chiusura forzata in casa, una serie di video-interviste a personalità del settore culturale, artistico e imprenditoriale sarde, o legate alla Sardegna, da diffondere sui social.

Lo scopo delle interviste – in cui si parlerà di iniziative e progetti in corso e futuri, legati o meno all’attuale situazione – è quello di dare un segnale positivo in un periodo particolarmente buio e mostrare che, nonostante tutto, le iniziative, le idee e i progetti vanno avanti, anche se con nuove modalità.

“Vogliamo aprire una finestra sulla situazione in Sardegna, capire cosa sta succedendo e qual è stata e quale dovrà essere la reazione giusta per superare questa crisi” dichiara Mattia Lilliu, coordinatore del gruppo giovani F.A.S.I.

Dal 25 aprile, tutti i giorni alle 18:00 sulle pagine Facebook FASI – Federazione Associazioni Sarde in Italia e By(e)Sardegna saranno tanti gli ospiti che porteranno il loro contributo. Si parte con Carlo Gaspa, CEO Eager SRL che con l’applicazione Heart of Sardinia si occupa di turismo culturale nell’isola. Fra gli ospiti futuri il ricercatore Marco Buttu, il regista Mario PireddaCarlo Dessì del “Sardinia Film Festival”, il fondatore di “Opera Bio” Marco BittuleriGiovanni Gaias, in arte Nannigroove, musicista ha creato #musicachenonsiferma e l’attore Paolo Floris.

La Sardegna non si ferma, e il gruppo giovani F.A.S.I anche in questo momento continua a sostenere le storie e i progetti del territorio sardo.