LA TUA FIRMA PER INSERIRE

IL PRINCIPIO DI INSULARITÀ NELLA COSTITUZIONE

Il Comitato per l'insularità in Costituzione, nato in Sardegna, con l'adesione della Sicilia e di 36 isole minori, lancia una raccolta di firme per proporre una legge di iniziativa popolare. Trasversale l'adesione da parte di esponenti dei partiti e delle associazioni.

Servizio andato in onda il 6 aprile 2018 sul TG Sardegna Edizione delle 19.30

Modifica dell'art. 119 della Costituzione della Repubblica Italiana

Articolo 1

Nell'articolo 119 della Costituzione, dopo il quinto comma,  è aggiunto il seguente comma:

"La Repubblica riconosce il grave e permanente svantaggio naturale derivante dall'insularità e promuove le misure necessarie a garantire una effettiva parità ed un reale godimento dei diritti individuali e inalienabili".

La F.A.S.I. (Federazione delle Associazioni Sarde in Italia) organizza e promuove la campagna "in continente", con tutti i suoi 70 circoli, in 12 regioni, 45 province.

Insularita in costituzione
Riaffermare il principio dell'insularità significa riconoscere lo svantaggio delle isole, in particolare per quanto riguarda il trasporto di persone e di merci.

Riconoscere tale svantaggio significa riaffermare, con lo Stato Italiano e l'Europa, la necessità della continuità territoriale e il riconoscimento del diritto alla mobilità dei cittadini.

Il riconoscimento del principio permetterebbe, da parte dell'Unione Europea, la deroga al divieto degli "aiuti di Stato", per compensare lo svantaggio dell'insularità.

Non vogliamo assistenzialismo ma diritti e pari opportunità.

VOGLIAMO CHE TUTTI POSSANO PERMETTERSI DI VIAGGIARE DI PIÙ E MEGLIO VERSO LA SARDEGNA E LE ALTRE ISOLE.

Comitato per l'Insularità nella Costituzione

 Sabato 7 aprile 2018 la F.A.S.I. apre la campagna di raccolta firme per inserire il principio dell'Insularità nella Costituzione nelle piazze delle città di Milano -Torino - Genova - Lecco - Roma - Padova - Vicenza - Mestre/Venezia - Firenze -Trieste - Pordenone Magenta (MI) – Gattinara (VC) – Pesaro – Livorno - Piacenza

A seguire la raccolta si aprirà nelle altre sedi dei circoli.