Lo spettacolo "S'Unda Manna" in scena a Mogliano Veneto

Venerdì 17 Maggio 2024, 18:00 - 20:00
Visite : 181

Venezia unda manna

Venerdì 17 maggio 2024 il circolo culturale sardo "Ichnusa" di Mestre propone, alle ore 18:00 nella Sala Acra di Mogliano Veneto (Via Carlo Alberto Dalla Chiesa 1), lo spettacolo "S'Unda Manna" di e con Elisa Pistis.

S’Unda Manna è la storia di un uomo, di un Paese, ma anche di un altrove. Prendendo spunto da una storia di famiglia realmente accaduta, l’autrice crea una realtà che si snoda tra passato e presente, ma con uno sguardo al futuro: il protagonista, Arturo, è un uomo che che, alla soglia dei novant’anni e rendendosi conto di essere prossimo alla morte, deve fare inevitabilmente i conti con il proprio passato. Quando Arturo aveva sedici anni, metà del suo paese è stato distrutto da una violenta alluvione; lui per un caso fortuito si è salvato: l’unico della sua famiglia: l’unico sopravvissuto. Arturo si ritrova a fare i conti con una memoria non razionalizzata. Non sceglie coscientemente di riportare a galla il suo passato: non può più farne a meno, non può più sottrarsi. S’Unda Manna è anche la storia di un rapporto conflittuale con il luogo in cui si nasce e che sembra non essere il tuo posto nel mondo: straniero a casa tua, straniero ovunque.

La drammaturgia indaga diversi temi, collegati tra loro dalla persona di Arturo: l’opera di rimozione di un trauma, che colpisce e ha colpito diverse persone di fronte a eventi troppo dolorosi; il senso di colpa del sopravvissuto, che per tutta la vita si chiede perché non sia morto insieme agli altri; la caducità della vita, l’essere appesi a un filo per cui nel giro di una notte tutto può cambiare; l’urgenza di affrontare con coscienza e serietà il cambiamento climatico, l’emergenza ambientale; (abbiamo imparato qualcosa dalla pandemia? E dalle alluvioni che quotidianamente colpiscono i nostri paesi?) Mentre l’azione del protagonista procede per l’urgenza che è insita nel suo obiettivo, lo spettatore è chiamato a rapportarsi al tema dei disastri ambientali e del cambiamento climatico, in un con-tinuo dialogo tra drammaturgia della parola, delle immagini e della scena. Senza volontà di spiegare o di insegnare o di fare da monito, ma con l’obiettivo di parlare alle singole coscienze e alla società intera attraverso la storia di un uomo, una storia piccola, vecchia, dimenticata, ma che ha la forza di parlare ancora all’oggi e ricordarci le sfide che, quotidianamente, siamo chiamati ad affrontare.

Elisa Pistis è attrice e autrice sarda. È laureata in Beni culturali all’Università di Cagliari, diplomata all’Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe di Udine e ha conseguito il Master di Laurea in Drammaturgia e Sceneggiatura della Silvio D’Amico di Roma. Collabora continuativamente come attrice e autrice per diverse compagnie. Dal 2018 è in tournée con una rielaborazione dal femminile di “Mistero Buffo” di Dario Fo (presentato anche a Vicenza), che ha portato fino in Giappone; per questo progetto, viene chiamata a partecipare ad un TEDxWomen a Zurigo nel dicembre 2019 con la sua testimonianza sull’empowerment femminile. Ha lavorato come attrice in alcuni cortometraggi e lungometraggi; è interprete, doppiatrice e autrice per la RAI e collabora con alcune case editrici per la registrazione di audiolibri.

La partecipazione all’evento è libera e gratuita, consigliata la prenotazione.

Luogo Sala Acra - Via Carlo Alberto Dalla Chiesa 1, Mogliano Veneto
Contatto 3313780615